Nell’ultimo periodo è stata annunciata la pubblicazione della nuova norma ISO 45003:2021, denominata ”Gestione della salute e sicurezza sul lavoro – Salute psicologica e sicurezza sul lavoro – Linee guida per la gestione dei rischi psicosociali”.  

Si tratta del primo standard globale che fornisce una guida pratica sulla gestione della salute psicologica sul posto di lavoro e fornisce indicazioni sulla gestione del rischio psicosociale come parte di un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro. 

La nuova norma Iso fornisce raccomandazioni alle organizzazioni su come prevenire le malattie psicologiche lavoro correlate nei lavoratori, specificando le modalità per identificare le condizioni, le circostanze e le richieste del posto di lavoro che hanno il potenziale per influenzare la salute psicologica e il benessere dei lavoratori.  

Fornisce informazioni su come riconoscere i rischi psicosociali che possono correre i lavoratori come, per esempio, quelli derivanti da attività svolte in smart working e detta esempi di semplici azioni da intraprendere per gestire i rischi e migliorare il benessere dei dipendenti. 

Questo tipo di standard è destinato alle aziende e alle organizzazioni che utilizzano un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro basato su ISO 45001 - Salute e Sicurezza sul Lavoro,  ma è utile anche per le organizzazioni che non hanno ancora implementato un sistema di gestione di questo tipo. 

L’obiettivo è quindi quello di promuovere la salute psicologica all’interno dell’organizzazione aziendale, cercando di costruire un ambiente di lavoro positivo, con l’ottica del miglioramento continuo in termini anche di rendimento lavorativo e della produttività, includendo tra i benefici la riduzione dello stress da assenza dal luogo di lavoro, esaurimento psicofisico, ansia e depressione