Chat with us, powered by LiveChat

Infortuni sul lavoro: le cadute dall’alto

Caduta dall'Alto

E’ opportuno sottolineare, prima ancora di parlare dei Dispositivi di Protezione Individuale anticaduta, che è preferibile adottare sistemi di protezione collettiva o altre soluzioni tecniche, ad esempio reti di sicurezza, protezioni laterali o piattaforme di lavoro elevabili.

Quali sono i requisiti per svolgere i lavori in sicurezza?

Per poter svolgere al meglio il proprio lavoro utilizzando i DPI anticaduta è indispensabile che siano attentamente predisposte:

  • Pianificazione: valutare l’incarico, l’ambiente e le attrezzature di lavoro;
  • Formazione adeguata: conoscere al meglio i DPI da utilizzare e sapere come soccorrere i colleghi in caso di difficoltà;
  • Attrezzature di lavoro ed equipaggiamento: devono necessariamente essere adeguate ed utilizzate senza problemi;
  • Conoscenze ed esperienza: rivolgersi ad un esperto per imparare e trarre vantaggio dal suo know-how.

Ogni quanto deve essere verificata l’integrità dei DPI?

I DPI devono essere controllati prima di ogni utilizzo, verificando che l’equipaggiamento:

  • Sia integro e privo di difetti di produzione;
  • Sia indossato nel modo giusto ed idoneo all’intervento previsto.

Come preparare i lavori con DPI anticaduta?

Considerato il pericolo connesso a tale tipologia di lavori, è necessario pianificare al meglio ogni intervento contenendo i rischi e posizionando correttamente i punti di ancoraggio in modo che siano resistenti, certificati ed idonei.

E’ necessario:

  • Prevedere un sistema di sicurezza idoneo;
  • Contenere il rischio individuale;
  • Controllare reciprocamente i DPI;
  • Avere una persona di riferimento;
  • Controllare i dispositivi e le modalità di utilizzo.

L’imbracatura e il casco devono essere confortevoli ed adeguati alla corporatura del lavoratore, adeguati all’attività prevista ed utilizzati secondo le indicazioni del fabbricante.

Come si possono prevenire gli infortuni?

Il D. Lgs. 81/2008 contiene nell’allegato VII un elenco, seppur non esaustivo, dei DPI di protezione anticaduta:

  • Attrezzature di protezione contro le cadute;
  • Attrezzature cosiddette anticaduta (attrezzature complete comprendenti tutti gli accessori necessari al funzionamnto);
  • Attrezzature con freno “ad assorbimento di energia cinetica” (attrezzature complete comprendenti tutti gli accessori necessari al funzionamnto);
  • Dispositivo di sostegno del corpo (imbracatura di sicurezza).

E’, inoltre, inserito un elenco delle lavorazioni che richiedono l’uso di DPI di protezione anticaduta, anche in questo caso non esaustivo:

  • Imbracature di sicurezza (lavori su impalcature, montaggio di elementi prefabbricati, lavori su piloni);
  • Attacco di sicurezza con corda (posti di lavoro in cabine sopraelevate di gru, trans elevatori, torri di trivellazione, lavori in pozzi e fogne).

Nell’allegato sono infine indicati, sempre in relazione ai dispositivi di protezione contro le cadute, le indicazioni specifiche relative ai rischi da coprire (impatto, disagio e impaccio nel lavoro, infortuni, invecchiamento dei DPI) e ai rischi legati all’impiego dell’attrezzatura (utilizzo insufficiente o inadeguato, non idoneità del DPI, cattiva manutenzione, ecc.).

Quali sono le sanzioni previste dal D. Lgs. 81/2008?

DATORE DI LAVORO E DIRIGENTE:

Arresto da 3 a 6 mesi o ammenda da circa 1.500 a 4.000 euro nei seguenti casi:

  •    non forniscono i necessari e idonei mezzi di protezione;
  •    non mantengono in efficienza i D.P.I. e non ne assicurano le condizioni igieniche;
  •    non permettono l’utilizzo dei D.P.I. secondo gli usi previsti, o ne permettono una diversa destinazione;
  •    non assicurano la formazione o l’addestramento circa l’uso corretto, in particolare per i D.P.I. della III° categoria e per la protezione dell’udito.

PREPOSTI:

Arresto fino a 2 mesi o ammenda da circa 250 a 1.000 euro per coloro che non forniscono i necessari e idonei mezzi di protezione.

Arresto fino a 1 mese o l’ammenda da circa 150 a 500 euro per coloro che:

  •    non forniscono istruzioni comprensibili per i lavoratori;
  •    non informano preliminarmente il lavoratore sui rischi;
  •    non rendono disponibili le informazioni.

LAVORATORI:

Arresto fino a un mese o ammenda da circa 200 a 600 euro non utilizzano in modo appropriato i D.P.I., nello specifico:

  •    rimuovono o modificano senza autorizzazione i sistemi di sicurezza;
  •    non si sottopongono al programma di formazione;
  •    non utilizzano i D.P.I. conformemente alle istruzioni ricevute;
  •    non hanno cura dei D.P.I.;
  •    apportano modifiche di loro iniziativa;
  •    non segnalano inconvenienti o difetti rilevati sui D.P.I..
By |2018-07-17T15:55:06+00:00Luglio 17th, 2018|Sicurezza sul Lavoro|
Traduci »
WhatsApp Hai bisogno di aiuto?