Aggiornamento Preposto - Maggio

Quando

28/05/2024 - 31/05/2024    
14:00 - 17:00

Dove

Tipologia evento

DATA:
28 maggio(14-17) – 31 maggio(14-17)

DURATA:
6 ORE

La formazione destinata al preposto della sicurezza include sia corsi di base per assumere il ruolo di preposto, sia corsi di aggiornamento periodici.

Il requisito formativo per il preposto è stabilito dall’articolo 37 del Decreto Legislativo 81/08, la cui applicazione è definita nei contenuti e nella durata dall’Accordo Stato-Regioni del 21/12/11.

La Legge 215/2021 ha introdotto diverse modifiche al Decreto Legislativo 81/2008, alcune delle quali riguardano anche la formazione del preposto sulla sicurezza. Tuttavia, l’interpretazione combinata del nuovo comma 7-ter e dei commi 1 e 7 dell’articolo 37 modificato dalla Legge n. 215/2021 suggerisce che tali novità nella formazione del preposto entreranno in vigore solo con la pubblicazione del nuovo Accordo Stato-Regioni sulla formazione in materia di salute e sicurezza del lavoro, che sostituirà l’Accordo del 21/12/11. La pubblicazione di tale accordo è prevista dall’articolo 37, comma 2, entro il 30/6/2022. Pertanto, fino a quel momento, rimangono in vigore le disposizioni riguardanti contenuti, durata e frequenza della formazione del preposto previste dall’Accordo Stato-Regioni del 21/12/11.

Quali sono le caratteristiche e i temi della formazione base “aggiuntiva” per i preposti?

Chi assume il ruolo di preposto deve seguire, oltre al percorso formativo sulla salute e sicurezza per i lavoratori, anche un corso “aggiuntivo” specifico sulla sicurezza per i preposti. Secondo l’Accordo Stato-Regioni del 21/12/11, tale corso ha una durata di almeno 8 ore e copre i seguenti argomenti:

  1. Ruoli, obblighi e responsabilità dei principali attori del sistema di prevenzione aziendale.
  2. Interazioni tra i diversi soggetti interni ed esterni al sistema di prevenzione.
  3. Identificazione e valutazione dei fattori di rischio.
  4. Incidenti e potenziali infortuni.
  5. Tecniche di comunicazione e sensibilizzazione dei lavoratori, in particolare per quanto riguarda neoassunti, lavoratori temporanei e stranieri.
  6. Valutazione dei rischi aziendali, con particolare attenzione al contesto operativo del preposto.
  7. Identificazione di misure tecniche, organizzative e procedurali per la prevenzione e la protezione.
  8. Modalità di supervisione e controllo dell’osservanza da parte dei lavoratori delle normative legali e aziendali in materia di salute e sicurezza sul lavoro, nonché sull’uso dei dispositivi di protezione collettivi e individuali a loro disposizione.